TPS ANTICIPA IL “FIS” AI LAVORATORI INTERESSATI DA SOSPENSIONI O RIDUZIONI DI SERVIZIO

12 Aprile 20News

In seguito all’emergenza Covid-19, la Nostra Cooperativa, come da indicazioni ministeriali, ha attivato le procedure per il ricorso agli ammortizzatori sociali, che per noi è rappresentato dal Fondo Integrazione Salariale (FIS).
La misura consente l’integrazione salariale fino all’80% della retribuzione ma nel limite del tetto massimo, in rapporto al tempo pieno, di € 939,89 mensili, al netto della trattenuta previdenziale e comprensiva della tredicesima mensilità. Tale importo, commisurato all’orario di lavoro riferito a riduzioni o sospensioni dell’attività lavorativa, determina l’integrazione salariale prevista per legge.

In Consiglio di Amministrazione di TPS, nella consapevolezza delle difficoltà che ancora ci attendono – sia come cooperativa, sia come cittadini e lavoratori –, valutati i tempi previsti per il pagamento diretto degli ammortizzatori da parte dell’Inps ai singoli lavoratori, al fine di evitare agli stessi gravi disagi e attese, ha deciso che gli importi derivanti dalle determinazioni delle integrazioni salariali saranno anticipate da dalla Cooperativa.
Questa decisione – comunque prevista dal recente Decreto Legge “Cura Italia” –, determinerà una maggiore esposizione finanziaria della cooperativa ma, siamo certi che, alle nostre attività, tra le prime maggiormente colpite dall’emergenza Covid-19, non potrà mancare il finanziamento delle misure da parte del Governo.

Ringraziamo tutto lo staff infermieristico, educativo, amministrativo, di coordinamento e direzione per la capacità di responsabile attivazione e risposta messe in campo in questo complesso momento.

Il Consiglio di Amministrazione